Spedizioni gratuite a partire da 90€
Spedizioni gratuite a partire da 90€
Spedizioni gratuite a partire da 90€

Chi Siamo

l linguaggio e la moda sono espressioni umane in continuo mutamento. Cambiano, si evolvono, si trasformano.
Ciò che ieri non esisteva, oggi è.
E così, in modo spontaneo e inconsapevole, lo StreetWear è entrato nel nostro lessico comune e anche nei nostri armadi…

Ma cos’è davvero lo StreetWear?
Come dice il termine stesso è un modo di vestire che nasce nella strada, dove per “strada” s’intende il mondo giovanile, dinamico, innovativo e in continua evoluzione. Quel mondo in cui si fondono una moltitudine di frammenti delle subculture urbane: gli skateboard, lo snowboard, il surf, la musica sperimentale, la fotografia, i graffiti, l’hip hop, il punk, i blog.
Uno strano calderone che crea nuovi stili e tendenze.
Storicamente è figlio dalla Surf Culture di Los Angeles ed è, infatti, Shawn Stussy (creatore del brand Stussy) il primo a fornirne una definizione:

“E’ un lifestyle multi sfaccettato, figlio di sottoculture diverse, basato su T-shirt e su una sensazione di esclusività”.

Effettivamente lo StreetWear è uno stile di vita, significa indossare ciò che si è, ed essere consapevoli che si è ciò da cui si proviene, in modo semplice e spontaneo.
E’ uno stile che crea le basi della moda, la quale lo studia, lo comprende, lo perfeziona e lo ripropone.
La moda è un’espressione artistica che ha dietro di sé uno studio accurato non solo delle tendenze, ma anche dei materiali, dei colori, dei tessuti.
Lo StreetWear capita. La moda no.

Grazie agli Street-Brands lo stile della strada ha trovato il giusto connubio fra spontaneità e qualità. In Italia questi marchi sono ancora pochi, ma è un settore che si sta finalmente espandendo